Allarme acqua entro il 2040

Non è proprio lontanissima, come data, anche se lo sembra. Il 2040 arriverà prima di quanto pensiamo e sarà l’anno dell’emergenza acqua. Se non lo avessimo già capito, ce lo insegna la siccità della California e quella che stanno vivendo alcune regioni dell’Africa e che presto potrebbe riguardare proprio tutti.

L’allarme idrico in quell’anno riguarderà almeno 33 Paesi del mondo di cui ben 14 sono distribuiti nella sola area mediorientale, con gravi rischi anche politici… se si pensa che la guerra civile che sta sterminando la Siria è cominciata per un diverbio sul diritto all’uso di alcune sorgenti idriche! L’analisi attenta del World Resources Institute che ha misurato la domanda e la disponibilità di acqua in 167 Paesi del mondo ci dice chiaramente che siamo agli sgoccioli un po’ tutti.

Se a soffrire per l’acqua saranno i Paesi africani, il Medio Oriente, Israele e alcune aree del Mediterraneo il dramma riguarda tutti, anche e soprattutto i Paesi che di acqua hanno ancora molte scorte perché dovranno rifornire il resto del pianeta. Se esiste ancora qualcosa da fare è correre ai ripari subito: imparare a riciclare l’acqua, imparare a fare meno docce al giorno, imparare a costruire architetture che sfruttino la raccolta delle acque piovane dato che, mentre le risorse idriche di terra stanno finendo, il clima cambia verso lo stile tropicale promettendo molti temporali. Esistono villaggi che sanno già come fare, in questo senso. Impariamo a copiarli anche per le esigenze delle grandi città.

No Replies to "Allarme acqua entro il 2040"